E-ducare

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Scoprire il mondo significa anche toccare con mano le sue ferite. Per confermare che non siamo solo uno zaino in movimento, inauguriamo una nuova rubrica dove racconteremo i legami del gruppo NDI con le organizzazioni non profit: un modo di restituire l’enorme bellezza che riceviamo in viaggio.

Il nomadismo digitale può fare del bene a noi e al mondo intero. Perché c’è chi non chiude semplicemente gli occhi.
 Piuttosto, chiude solo il computer per qualche tempo.

Oggi ti parliamo di E-ducare, un’organizzazione in cui partecipano come volontari alcuni membri del gruppo, che lavora per assicurare un’istruzione a quei bambini per i quali perfino un banco di scuola non è un concetto così scontato.

1) Nome della ONG

E-ducare for Youth CLG

E-ducare

2) Com’è nata questa organizzazione? 

L’idea di E-ducare nacque nel 2007 in seguito a un viaggio del nostro fondatore in Senegal, dove rimase colpito da una moltitudine di bambini, di età compresa tra i quattro e i dieci anni, che chiedeva l’elemosina.

Non era la prima volta che vedeva dei bambini mendicare ma, in quel caso, qualcosa di diverso aveva catturato la sua attenzione: qualcosa che li accomunava tutti.
Il corpicino gracile, gli occhi tristi, scalzi e in pessime condizioni igieniche, venivano spesso cacciati in malo modo o, peggio, maltrattati. Un minuscolo barattolo penzolava loro dal collo, tenuto stretto da un fil di ferro, e la mano, costantemente tesa, chiedeva in nome di Dio qualche centesimo, un cubetto di zucchero, un biscotto.

Come chiunque altro, sapeva dell’esistenza di situazioni di estrema povertà. Ma dopo questa esperienza, non riusciva più a tornare al suo “mondo privilegiato”, e a mostrare con orgoglio le incredibili foto scattate. Non poteva più semplicemente accettare la propria impotenza di fronte a simili tragedie.
Senza ombra di dubbio, quel viaggio in Senegal, iniziato come semplice vacanza, si era trasformato in qualcosa di più, mettendo insieme, come in un puzzle, tutti i pezzi della sua vita.

Di ritorno in patria cominciò a coinvolgere amici, parenti, colleghi; e l’idea, pian piano, prendeva forma trasformandosi in progetto. Dopo anni di incontri e decine di libri letti sull’argomento, l’iniziale entusiasmo si era trasformato in obiettivo e poi in un’organizzazione che è andata ben oltre ogni aspettativa.

3) Qual è la missione di questa ONG?

Rompere il ciclo della povertà attraverso l’istruzione, diritto sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani.
Vogliamo dare la possibilità di studiare a quei bambini cui questo diritto è stato negato, creando le condizioni perché possano esprimere il proprio potenziale e sperare in un futuro promettente e prospero, a prescindere dal loro modo di pensare, dal retroterra culturale, dalla nazionalità, o dal genere e dal credo di appartenenza.
Perseguiamo obiettivi a lungo termine, lavorando con le comunità locali, per creare un impatto positivo e promuovere un cambiamento nella vita di questi bambini.

E-ducare

4) Cosa rende fondamentale tale missione?

L’Istruzione è un diritto umano fondamentale, essenziale per rompere il ciclo della povertà e garantire ai bambini il controllo sul proprio futuro attraverso l’alfabetizzazione, l’apprendimento e lo sviluppo del pensiero critico, in un contesto scolastico di supporto e di incoraggiamento.
In ultima analisi, ci proponiamo di sradicare la povertà eliminandone la radice stessa in cui essa prospera: l’assenza di istruzione.

L’Istruzione è la chiave per:

  •     una società sostenibile;
  •     raggiungere i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dai leader mondiali;
  •     sbloccare il potenziale umano, e dare a tutti la possibilità di prosperare.

5) Quali sono gli attuali progetti in corso?

Abbiamo 3 programmi in Vietnam e 2 in Tanzania.

Istituto di formazione (Dong Nai, Vietnam).
Beneficiari: bambini di strada di norma privi di documenti, e dunque invisibili.

  • Collaborando con insegnanti locali, abbiamo costruito una struttura in grado di ospitare fino a cinquanta bambini che possono così ricevere un’istruzione. Stiamo anche lavorando per migliorare le loro condizioni di vita, fornendo assistenza sanitaria, cibo e altri beni e servizi fondamentali.
  • Dopo un primo ciclo di istruzione di base, ambiamo a far loro intraprendere un percorso di formazione, incentrato sulla vocazione e sugli interessi personali di ciascuno, che crei competenze professionali e li avvii a trovare il proprio posto nella società.
  • Lavorando con le famiglie, abbiamo la possibilità di far iscrivere i fratelli più piccoli alla scuola primaria.

Iscrizione alla scuola pubblica (Varie province, Vietnam).
Beneficiari: bambini provenienti da famiglie indigenti.

In accordo con gli enti locali, forniamo aiuto finanziario, assistenza sanitaria e, laddove necessario, un ulteriore sostegno alle famiglie.

Centro studi comunitario (Hoa Binh, Vietnam).
Beneficiari: Bambini provenienti da zone rurali remote.

D’intesa con altre organizzazioni locali, stiamo costruendo un centro studi comunitario in grado di offrire sostegno didattico a circa duecento giovani beneficiari, con particolare attenzione allo studio di inglese, informatica e altre competenze interculturali, finalizzate al raggiungimento di obiettivi occupazionali di qualità.

Orfanotrofio Karim (Arusha, Tanzania).
Beneficiari: Orfani e bambini residenti nel quartiere.

L’istituto ospita 21 orfani e funziona anche come centro d’accoglienza diurno per un crescente numero di bambini del vicinato, i cui genitori, in difficoltà economiche, non saprebbero come altrimenti accudire dovendo gestire anche la propria attività lavorativa.

Stiamo in aggiunta portando avanti un programma di adozione a distanza per meglio sostenere la loro istruzione e il loro benessere.

Scuola elementare Lengiloriti (Monduli, Tanzania).
Beneficiari: bambini Masai in Tanzania.

La scuola, sorta in una vasta zona remota che ospita sette tribù Masai, per un totale approssimativo di 20.000 persone, si trova a circa 25 chilometri dalla più vicina strada carrabile. Certificata dal governo, la scuola comprende sette aule e un bagno, case per gli insegnanti, e serve circa 560 bambini. Prima del nostro intervento, questi bambini non avevano alcuna opportunità di istruzione.

  • I bambini frequentano la scuola ogni giorno, ma alcuni di essi per raggiungerla devono percorrere a piedi fino a dodici chilometri. Per questo motivo, vogliamo costruire due dormitori in modo che possano restare a scuola nei giorni feriali.
  • Stiamo anche valutando soluzioni per riuscire a portare l’acqua. Ad oggi, infatti, la comunità utilizza esclusivamente acqua piovana sia per l’igiene personale sia per uso potabile.

6) In quali località operate?

Vietnam: Dong Nai – Kien Giang – Ben Tre – Hoa Binh

Tanzania: Arusha – Monduli

Irlanda: Dublino

E-ducare

7) In cosa questa associazione è diversa dalle altre?

  • E-ducare assolve la propria missione grazie al supporto e all’impegno dei volontari, con l’obiettivo di devolvere ai nostri progetti tutto il ricavato delle campagne di fundraising, massimizzandone l’impatto e minimizzandone i costi.
  • Crediamo nella responsabilità collettiva. Siamo tutti responsabili quando si tratta di ristabilire il diritto all’istruzione per coloro che dipendono da noi: i bambini. Per questo motivo, sollecitiamo chiunque a unirsi alla nostra comunità. In base alle proprie competenze e alla disponibilità di tempo, si potrà assumere un diverso ruolo all’interno dell’organizzazione.
  • Siamo fortemente concentrati su efficacia, impatto e autosostenibilità.

8) Quali sono i membri della community NDI che collaborano con questa associazione e a cui posso chiedere più informazioni?

Alessandro Russo, di cui puoi leggere l’intervista integrale e che ha curato questo articolo per conto di Nomadi Digitali Italiani.

📲 Chiedigli maggiori informazioni su Facebook.
📩 Oppure scrivigli una e-mail a a.russo@e-ducare.org

9) Perché i nostri membri hanno deciso di supportare questa ONG?

Ho incontrato Pierluigi Coscia, il fondatore, quando vivevo a Dublino. E-ducare stava cercando di raccogliere fondi per costruire una scuola in Vietnam, per garantire il diritto a un’adeguata istruzione a circa cinquanta bambini provenienti da famiglie svantaggiate. 

Mi ci è voluto poco a capire quanto prendesse a cuore la sorte dei bambini e quanto amore e determinazione ci fossero in lui e in ognuno dei volontari di E-ducare.

Ho cominciato a partecipare a diverse iniziative, operando anche come Marketing director per qualche tempo. Nel 2019, la scuola era pronta, e ho vissuto un’esperienza stupenda: sono partito con Pierluigi e altri volontari alla volta del Vietnam. Ho trascorso un’intera settimana con i bambini, con gli operatori, con gli insegnanti e con altre persone fantastiche. Tutte lì con il medesimo scopo: regalare un sorriso ai bimbi di Bien Hoa. 

Ogni singolo centesimo raccolto viene devoluto a iniziative e progetti, e il gruppo di persone (ora, grandi amici) con cui ho avuto modo di collaborare ha donato moltissimo anche a me, dimostrandomi come sia possibile ottenere risultati straordinari mettendo anima e cuore nell’offrire felicità a qualcun altro.
Non ho parole per spiegare quanta meraviglia ci sia in quello che E-ducare fa ogni giorno, ma ringrazio il caso che ha voluto che mi imbattessi in Pierluigi. E continuerò a farlo sempre.

E-ducare

10) Quali sono i valori fondamentali di questa associazione?

Centralità della persona: apprezziamo e valorizziamo chiunque sia coinvolto, a qualsiasi livello: volontari, donatori, partner, membri delle comunità locali e, naturalmente, i beneficiari.

Compassione: provare compassione significa comprendere ed empatizzare con i sentimenti altrui. Accettare che i nostri diritti finiscono dove iniziano quelli dell’altro. Avere la capacità di considerare sempre il punto di vista altrui e di sostenere con coraggio e coerenza la giustizia sociale.

Integrità: abbiamo, come stella polare, la nostra missione anziché l’interesse personale. Rigettiamo i comportamenti disonesti e negligenti, che contrastiamo facendone una questione di responsabilità personale, a prescindere dalla posizione rivestita da ognuno all’interno dell’organizzazione.

Rispetto: diamo valore alla diversità attingendo ai punti di forza, alle culture, alle idee, alle esperienze e ai differenti talenti delle persone, promuovendo una collaborazione positiva ed energizzante.

Apertura: è naturale interagire con gli altri ispirandosi ai valori di riferimento della propria cultura di origine: un sistema di valori utile al fine di integrarsi nella società, ma che può diventare un ostacolo quando si entra in relazione con altri mondi. Pertanto, in E-ducare, promuoviamo l’attitudine all’ascolto e la naturale disposizione a prendere in considerazione il parere di ciascuno.

Passione: quando lavoro, impegno e soddisfazione diventano un tutt’uno, fino a raggiungere quella profondità dove risiede la passione, nulla è impossibile.
Gli operatori di E-ducare si dedicano alla nostra missione con questo slancio e abnegazione, e con il desiderio di vedere, un giorno, un futuro più luminoso per i nostri bambini.

Impatto: ci sforziamo di ottenere risultati eccellenti, assumendoci la responsabilità delle nostre azioni. Rispondiamo a necessità e aspettative con tempestività e sollecitudine, pronti a far fronte a circostanze sempre mutevoli.

Equità: ci impegniamo a promuovere la dignità umana e la giustizia sociale perché tutti possano godere degli stessi diritti e di pari opportunità.
In una società in cui le persone sono trattate in modo equo, tutti vivono in pace: ci si prende cura l’un l’altro, ci si sente al sicuro e si convive in armonia secondo l’antico precetto morale che recita: «Non fare ad altri ciò che non vorresti fosse fatto a te».

Inclusione: miriamo a essere liberi da pregiudizi o atteggiamenti discriminatòri nei riguardi di nazionalità, credenze, colore della pelle, genere, etnia, età, orientamento sessuale, opinioni politiche o cultura di provenienza. In un clima di inclusione, tutti sono i benvenuti.

Trasparenza: è essenziale per noi essere onesti e diretti con tutti: donatori, volontari, sponsor e beneficiari. Per questa ragione comunichiamo apertamente e promuoviamo la libera circolazione delle idee e delle informazioni rimanendo fedeli ai nostri valori.

E-ducare

11) Riferimenti di E-ducare

🔗 Sito web:

https://e-ducare.org/

📧 E-mail:

❤️ Social media:


Un ringraziamento a Dorotea Cerra per il suo ottimo lavoro di revisione del testo. Per saperne di più, contattala tramite il suo sito IndieScribing.it

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Redazione
Redazione
Siamo il team dietro alla community Nomadi Digitali Italiani, il gruppo Facebook e il sito NDI.life. Online dal 2015, leggi la nostra storia nella sezione Chi siamo.
Sei già Nomade Digitale o vuoi Diventarlo?

Condividi storie, sogni, talenti e aspirazioni nella più bella community del web! 😊

Scrivi un commento